Pou: il videogioco più popolare su smartphone e tablet

0
1032

Pubblicità

Scoprite Pou: il videogioco più popolare su smartphone e tablet!

E’ stato rilasciato da quasi un anno, ma lentamente si è affermato come uno dei videogiochi per smartphone e tablet più scaricato di sempre. Si chiama “Pou” e sta spopolando tra i giovani e i giovanissimi possesori di cellulari.

Pou: il videogioco più popolare su smartphone e tabletDi cosa si tratta? In estrema sintesi Pou si può definire un gioco il cui scopo principale è prendersi cura di un curioso “animaletto” virtuale. Siamo chiamati ad accudirlo in ogni sua funzione: sfamarlo, farlo giocare, pulirlo e così via. Il divertimento in sostanza sta proprio in questo, e attiva il senso ludico che è insito nel dover proteggere e far crescere qualcosa, ovvero nella nostra “pars construens“.

Non è quindi un mistero che molti tra i giovani e giovanissimi siano i maggiori fruitori di questo videogioco per cellulare. Con più di 100.000.000 di installazioni (dati presenti sul sito di Google Play Store) solo per il sistema Android, Pou si attesta uno dei videogiochi più popolari su smartphone e tablet. Tuttavia non è la prima volta che un fenomeno di questo tipo diventa un successo tra il pubblico di adolescenti.

In passato, alla fine degli anni ’90, apparve sulle scene il famosissimo “Tamagotchi“. Il giochino, ideato nel paese del Sol Levante, che divenne ben presto un must tanto che i principali media ne parlarono, veniva venduto nel formato di una piccola console, e il gioco consisteva nel prendersi cura di un piccolo pulcino virtuale, sfamarlo, pulirlo e farlo addormentare. Se non si era bravi a sufficenza, il pulcino moriva e si doveva ripartire da zero e allevare un altro cucciolo virtuale.




Divenne un fenomeno così importante che molti piccoli fruitori si affezionarono talmente tanto al loro animaletto Nipponico, che al momento di andare a scuola o alla prematura morte dello stesso, sperimentavano crisi nervose e sindrome da lutto. Molti psicologi ne parlarono, ma alla fine il fenomo si sgonfiò non appena la moda passò.

Ma cosa si cela dietro questo tipo di fenomeno? Cosa ci spinge a passare il tempo cercando di accudire e far crescere un animaletto virtuale? Secondo gli studiosi esso fa leva sull’innato istinto paterno e materno di ogni individuo umano. E’ un po’ quello che accade quando le bambine manifestano l’interesse per bambole e affini o quando giocano con i loro coetanei alla famigliola felice. Sempre secondo gli esperti, questi giochi servono alla crescita emotiva dei piccoli e li aiuta a reiterare i modelli di comportamento sociale degli adulti. Il tutto inserito in una cornice ludica e controllata secondo le regole del gioco, e Pou sembra quindi l’evoluzione moderna di questi modelli sociali tradizionali

Oggi il “Tamagotchi 2.0” è divenuto proprio Pou: il videogioco più popolare su smartphone e tablet. Per saperne di più vi consigliamo questo sito che ospita la community più grande legata a questo videogioco: www.trucchipou.com

Pubblicità

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here