Sposarsi in Italia al Tempo del Coronavirus

0
702

Con questo articolo vorremmo parle di come il Coronavirus stia influenzado il modo in cui il settore dei matrimoni. Infatti tutto il mondo è stato colpito da questa pandemia, e tutti ne sono colpiti in un modo o nell’altro. Il settori del matrimonio, come tutto il comparto degli eventi, è stato duramente colpito: future spose e futuri sposi che avevano in programma di sposarsi nei prossimi mesi, sono adesso in preda al panico, ansiosi e incerti su cosa fare.

Sposarsi in Italia al Tempo del Coronavirus
Photo Courtesy Laura Barbera Tuscany Wedding Photographer

Ma non facciamo prendere dall’ansia, se hai organizzato un matrimonio per i prossimi mesi, allora potrebbe non andare avanti come previsto, ma c’è sempre il Piano B. Prima o poi la cerimonia verrà celebrata e quando lo sarà, quel momento diventerà ancora più dolce e meraviglioso.

L’Italia è uno dei paesi più colpiti al momento e allo stesso tempo e uno dei luoghi più popolari per celebrare un matrimonio. La recente emergenza del coronavirus ha lasciato tante spose e sposi con delle domande sul come affrontare la decisione, cioè se annulare o meno il matrimonio in Italia. Alcune persone scelgono di posticipare l’evento a una data successiva e altri invece vogliono attendere e vedere cosa succede.

Abbiamo ricevuto un’e-mail da Laura Barbera, una Wedding Photographer Tuscany in Italia, desiderosa di diffondere la notizia che l’Italia le cose stanno tornando alla normalità e di non annullare il matrimonio. Lasciamo la parola a lei per dirci di più e per darci alcuni buoni consigli sulla situazione attuale.

Annulare o spostare la data del matrimonio a causa del covid-19?

È abbastanza ovvio, ma per sicurezza preferisco dirlo, se tutte le coppie sposate in questo momento dovessero annullare e chiedere indietro i loro soldi anticipati, l’intera industria del matrimonio sarebbe devastata. Significherebbe la chiusura di intere aziende, quindi questa è davvero l’ultima risorsa per chiunque.

Parliamo dei pro e dei contro dello spostamento della data del matrimonio. Se non hai urgenza di sposarti, spostare la data del matrimonio è la scelta migliore per far sentire tutti più rilassati e al sicuro (tu, i tuoi ospiti e i tuoi fornitori). Naturalmente, scegliere un’altra data, può comportare la perdita di alcuni fornitori che l’hanno già prenotata, ma speriamo che tu abbia tutto il tempo per trovare una soluzione che soddisfi le esigenze di ognuno, in alternativa puoi chiedere al tuo wedding planner di trovare una soluzione adatta.




Questa è davvero l’opzione migliore. Potresti non farlo ma devi ricordare che ti sposerai. Le cose potrebbero sembrare brutte adesso, ma una volta che avrai una nuova data concordata e i deciso i fornitori, andrà tutto bene.

Non c’è altro modo di dirlo, la situazione attuale non è la migliore, quindi cosa puoi fare? Prima di tutto, penso che questa possa essere un’ottima opportunità per riscoprire il vero significato della relazione della tua coppia e i motivi per cui ti sposi. Non sono qui per essere il tuo terapeuta di coppia, non è il mio lavoro, sto solo dicendo che può essere una buona opportunità per imparare e crescere insieme.

Il mio compito è fotografare eventi emozionanti. Quindi, è possibile farlo al tempo del coronavirus? Ovviamente si!

Cosa fare se non vuoi postporre il matrimonio

Sposarsi in Italia al Tempo del Coronavirus
Photo Courtesy Laura Barbera Destination Wedding Photographer Tuscany

Se alla data del tuo matrimonio lo stato di emergenza e le relative restrizioni saranno ancora in vigore, optare per un matrimonio tecnologicamente migliore e molto intimo, sarebbe una mossa vincente.
Ovviamente la durata e la logistica dovrebbero essere completamente riviste, ma nel frattempo, ecco sei idee.

  • CERIMONIA IN DIRETTA. Chiedi al tuo wedding photographer Florence di prendere un altro assistente per occuparsi del filmato dal vivo. Crea una sala video online in cui tutti i tuoi amici e familiari possano connettersi per seguire la tua unione. Inoltre, in questo modo, le letture possono essere seguite dai tuoi parenti anche da casa.
  • CERIMONIA SIMBOLICA IN ESTERNI. Invece di una cerimonia civile nel municipio, puoi scegliere di fare una cerimonia all’aperto in un luogo dove puoi osservare le distanze di sicurezza. Le firme della coppia e altre formalità possono essere completate in un secondo momento.
  • LONTANO MA VICINO AL CUORE. Permetti ai tuoi ospiti di inviarti le loro foto, incorniciarle e metterle sulle sedie intorno a te. Vuoi fare il possibile? Chiedi loro di fare un selfie mentre ti inviano un bacio o fanno facce buffe in modo che ogni sguardo ti faccia sorridere, evitando l’effetto sinistro che potrebbe avere. Dai, è un matrimonio, dovresti essere felice!
  • RICEZIONE. Ammettiamo la verità: avere degli ospiti virtuali che passano un’ora a guardarti mangiare non sarebbe molto interessante, ma se mangiassi davvero insieme? Parla con il tuo servizio di catering e chiedere un menu freddo o facilmente riscaldabile e avere un delizioso e abbondante pasto consegnato direttamente a casa dei tuoi ospiti. In questo modo saranno in grado di consumare il tuo stesso pasto, allo stesso momento. Un ultimo tocco per il miglior risultato? Chiedi a un moderatore di gestire l’evento dal vivo per far parlare tutti uno per uno, al fine di stare insieme senza troppa confusione.
  • FOTO DI GRUPPO. Tutti gli ospiti invieranno al fotografo le proprie foto, scattate seguendo alcune semplici regole. Sarà suo compito poi montarli tutti insieme per creare una bella foto di gruppo da stampare e incorniciare, quindi metterla in mostra a casa tua e vicino al tuo cuore.
  • GUESTBOOK. Chiedi ai tuoi ospiti di fare un selfie e stamparlo su una cartolina (ci sono molti servizi online che fanno questo, ma anche molti negozi di fotografia). Dietro la cartolina possono scrivere una dedica e inviarla a te per creare un album originale degli ospiti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.