Asili Nido: L’Opportunità Del Franchising

0
9

L’Italia da sempre si trova ad affrontare una criticità che negli anni sembra essere risolta solo in parte: a fronte di una grande domanda da parte delle famiglie, il servizio pubblico per quanto riguarda gli asili nido e le scuole dell’infanzia non riesce a soddisfare tutte le richieste e sono sempre di più i genitori che si rivolgono ai privati per poter iscrivere i propri figli alle strutture dedicate alla loro crescita e sviluppo cognitivo e relazionale.

Asili Nido: L’Opportunità Del Franchising

Un’evidenza che apre a grandi opportunità di investimento per gli imprenditori in un settore in cui, stante la ridotta offerta formativa, la competitività rimane ancora bassa ed è possibile iniziare una nuova attività con l’opportunità di guadagnare e far crescere in breve tempo il proprio business.

Ma per aprire un asilo nido privato è necessario intraprendere un lungo iter burocratico e adempiere a molte indicazioni normative, senza contare le innumerevoli operazioni collegate all’avviamento, all’individuazione delle figure professionali adeguatamente formate, la ricerca del luogo in cui avviare l’attività e, non ultimo, la gestione amministrativa e operativa quotidiana.

Cosa fare per aprire un asilo nido

Come appena accennato, l’apertura di un asilo nido privato comporta molti obblighi e necessita un accurato studio del settore da parte dell’imprenditore, elementi che potrebbero farlo desistere ad avviare un attività del genere e ad affacciarsi in altri comparti, non sfruttando le grandi opportunità di fare business e guadagnare in tempi brevi.

Tralasciando gli adempimenti relativi alle richieste da parte delle istituzioni pubbliche, che possono cambiare da Regione a Regione, così come da Comune a Comune, in via prioritaria tutti coloro che intendono aprire una struttura dedicata alla formazione dei bambini devono individuare con attenzione il luogo in cui porre in essere l’attività, analizzando la popolazione e il pubblico target, nonché i competitor presenti nella zona prescelta. A questo si aggiunge, la creazione di spazi specifici all’interno dell’asilo, obbligatori per legge, relativi alle aree al chiuso e all’aperto, a quelle dedicate al gioco e all’apprendimento, bagni e cucina.

Una volta verificati questi elementi e portati avanti tutti i lavori per essere a norma, si passa poi alla selezione del personale, anche in questo caso soggetto a normativa, ricercando figure professionali che abbiano un’esperienza consolidata e attestata in questo campo e alla pianificazione e programmazione dell’offerta formativa che deve essere varia e diversificata, contemplando tutti gli aspetti collegati alla crescita dei bambini.

Anche la gestione amministrativa e l’operatività quotidiana devono essere prese in seria considerazione, con un piano giornaliero chiaro e completo e la capacità di rendere la propria azienda sostenibile finanziariamente e in grado di generare flussi continui e utili.

Infine la necessità di dover predisporre una serie di attività di marketing per promuovere il proprio business, attirare le famiglie e infondere in loro un sentimento di fiducia nei confronti della struttura e del personale coinvolto, con operazioni pubblicitarie, sia nel digitale che con le classiche metodologie, mirate e coerenti rispetto al target.

La soluzione del franchising

Per ovviare a tutte queste criticità che potrebbero rendere il nostro investimento infruttuoso e controproducente la soluzione migliore è quella di affidarsi a società di franchising (qui puoi trovare opportunità franchising asili nido) che, grazie alla grande esperienza nel settore, sono in grado di fornire un aiuto tangibile a tutti coloro che intendono aprire un asilo nido privato pur non avendo un background specifico in questo senso. Queste realtà, infatti, guidano l’imprenditore in ogni fase dell’avviamento ma anche della gestione quotidiana, effettuando un’analisi del settore e della zona di pertinenza, predisponendo un business plan che possa far emergere le possibilità di crescita, i punti di forza e di debolezza e indicando i correttivi da porre in essere per poter far crescere la propria impresa.

A questo si aggiunge l’adempimento agli obblighi normativi e le relazioni con la pubblica amministrazione, nonché corsi di formazione specifici per il personale, assistenza nella realizzazione dei programmi educativi e la somministrazione di metodologie di apprendimento innovative e moderne, al passo con le richieste della società odierna.

Altro punto fondamentale nell’affidarsi al franchising per l’apertura di un asilo nido è quello relativo alla possibilità di poter sfruttare un network consolidato, la cui affidabilità è certificata dalle altre strutture facenti parte dello stesso gruppo aziendale, aderendo a piani di marketing di sicuro successo, risparmiando quindi in pubblicità e legandosi a un marchio che nelle percezione delle famiglie viene identificato come serio, professionale e affidabile, fattori che possono fare davvero la differenza nella scelta finale della struttura nella quale iscrivere i propri figli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.