Mobile Gaming e il fenomeno degli acquisti in-app

0
2189

Il mercato dei videogiochi su dispositivi mobile si è ormai consolidato, e da giovane e in forte ascena, sta lentamente diventando maturo. Negli ultimi anni, grazie al proliferare di questi dispositivi che sono diventati a tutti gli effetti dei mini-computer, siamo stati testimoni di veri e propri fenomeni di massa riguardo ai vari titoli rilasciati solo su smartphone e tablet. Alzi la mano chi di noi non ha mai giocato a uno di questi videogiochi negli ultimi anni: Angry Birds, Ruzzle, Candy Crush Saga, Clash of Clans… e la lista potrebbe essere infinita.

Mobile Gaming e il fenomeno degli acquisti in-appAnche le aziende che sviluppano questi videogiochi sono cresciute e hanno fatto fortuna, sfruttando un meccanismo che viene chiamato “acquisti in-app”. In pratica il videogioco è scaricabile e fruibile gratuitamente, ma se si vogliono sbloccare determinati oggetti o velocizzare la progressione del gioco, è possibile farlo spendendo soldi reali.

L’azienda che è riuscita più di tutte a sfruttare questo metodo è Supercell, la quale ha creato i videogiochi più scaricati del momento: Clash of Clans e Clash Royale.

Quest’ultimo è diventato quasi un’ossessione per molti qui a Nuove Notizie, così come lo è diventato per milioni di altri giocatori in tutto il mondo. Ciò ha contribuito alle molte critiche per questo tipo di struttura che invoglia a effettuare micro transazioni. Questo sistema infatti premia i giocatori che sono disposti a spendere denaro nel gioco. Non è una sorpresa, quindi, che uno dei giocatori di maggior successo in Clash Royale, abbia anche ammesso di aver speso moltissimo denaro per effettuare acquisti in-app.

Questa settimana “Chief Pat”, ovvero il giocatore di cui sopra, ha rivelato su Reddit che ha speso circa 30.000 dollari in totale sui giochi sviluppati da Supercell, e così distribuiti: 18.000 dollari su Clash of Clans, sul quale ha giocato per anni, e 12.000 dollari su Clash Royale. Quest’ultima cifra è impressionante se si pensa che il gioco è uscito da appena soli 3 mesi (all’inizio del 2016).




“Non me ne pento, perché YouTube è il mio lavoro”, ha scritto Chief Pat. “E come se fosse una spesa aziendale, perchè devo mostrare ogni aspetto del gioco ai miei abbonati”

Chief Pat gestisce infatti un canale molto popolare su YouTube, con oltre 1,7 milioni di abbonati. La stragrande maggioranza dei video del canale sono dedicati a Clash Royale e Clash of Clans. Qui in basso potete vedere il video in cui riesce a ottenere il primo posto nelle classifiche mondiali di Clash Royale.

Spendere molti soldi è utile, se non necessario, per riuscire a raggiungere il livello di Chief Pat, tuttavia ha anche descritto la strategia necessaria per rimanere in cima alla classifica di  gioco. Sul proprio canale, Chief Pat ha fornito molti suggerimenti a tutti i giocatori per migliorare, e ha anche ammesso che secondo lui Supercell cambierà il sistema con cui si progredisce in Clash Royale.

“Senza dubbio ci dovranno essere delle modifiche all’attuale sistema “free-to-play”, e so che anche Supercell lo sa”, ha scritto Chief Pat. “Penso che gli sviluppatori abbiano fatto l’errore di rendere il gioco molto costoso e lento nel progredire. Lo hanno reso così troppo presto, appena subito dopo il lancio”.

Pat ha anche accusato alcuni giocatori presenti nei primi posti in classifica di barare e di accordarsi per stabilire un’alternanza di vittore e sconfitte, al fine di mantenere le loro posizioni al vertice della classifica. Il modo in cui la classifica di Clash Royale è stata progettata viene contestata da moltissimi giocatori perchè le posizioni sono instabili e salire o scendere è questione di ore. Chief Pat, per esempio al momento in cui ha girato il video che trovate in alto, si trovava in prima posizione, mentre adesso è al numero 19, e quando leggerete questo articolo, chissa…

In ogni caso Clash Royale è al momento l’app più scaricata in assoluto su iOS e su Android, tanto che Supercell ha riferito che il guadagno giornaliero è in media di circa 1,5 milioni di dollari.

E in italia? Anche in Italia il fenomeno si è subito affermato, visto che l’app viene scaricata giornalmente almeno 10.000 volte al giorno sia su Android che su iOS, e che ha spinto molti a creare siti, forum, e pagine Fan su Facebook legati a questo gioco. Nel nostro paese, il principale sito di riferimento che propone trucchi e guide per Clash Royale su Android e iOS è www.gamesguide.it/trucchi-clash-royale/.

Se vi piace questo gioco e volete migliorare le vostre capacità, visitate questo sito e risparmiatevi qualche acquisto in-app in meno!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.