SEO: Evita penalizzazioni di Google per eccesso di Tag

6
910

Questo articolo è rivolto a tutti i colleghi Webmaster e Blogger a rischio penalizzazione da parte del motore di ricerca Google. Infatti ho notato che moltissimi commettono l’errore (lo commettevo anche io) di mettere tantissime parole Tag. Come saprete tutti i Tag sono parole inerenti al vostro articolo che diventano dei veri link ai tuoi contenuti.

penalizzazioni-google

Purtroppo però WordPress o qualsiasi editor dinamico per ogni parola tag genera una vera e propria pagina che come tale viene indicizzata da Google. A questo punto se avete fatto un uso sfrenato dei tag vi ritroverete molte più pagine generate che pagine reali

Queste pagine create non sono altro che i vostri contenuti e quindi Google li vede come pagine duplicate. Si pensa che gia basti un 15-20% di contenuti duplicati per far scattare la penalizzazione di Google. Esperti SEO dicono che se si supera il 50% di pagine duplicate si rischia persino di essere bannati da Google.

Per vedere le pagine reali e quelle tag del vostro Sito/Blog e capire se siete a rischio penalizzazione basta digitare nel form di ricerca di Google i seguenti comandi:

Site: /nome del tuo dominio (vedrete le pagine reali)

Site: nome del tuo dominio /tag/ (vedrete le pagine tag create dinamicamente ed indicizzate da Google)

Insomma se vedete che le pagine tag sono sotto il 15% è ancora ok ma se supera tale soglia vi consiglio vivamente di deindicizzarle creando un file robot txt.

Spero di esservi stato utile. In caso il vostro sito fosse stato penalizzato potete sempre rivolgervi a un esperto del settore che si occupa di siti web e di posizionamento sui motori di ricerca. Inoltre vi allego un video che ho trovato a riguardo.

6 COMMENTI

  1. Un’errore che commettevo anche io.
    Ora i tag li limito da file robot, e li seleziono minuziosamente.
    Parole che son sicuro userò anche altrove. Inutile mettere parole singole.
    In questo articolo spiego come scegliere i TAG (oltre a tanti altri consigli utili per tutti i blogger)
    eneamoro.com/ebook/come-organizzare-al-meglio-gli-articoli/

  2. Grazie Enea della tua conferma e del tuo approfondimento.. Ti posso dire che io avevo la metà delle mie pagine tag rispetto a quelle reali e credo chi aver rimediato in tempo con il file Robot.txt 😉

  3. 😉 è si Pietro io per ora ho fatto piazza pulita dei Tag.. tra un pò li riinserirò ma con parsimonia e indicando solo 1 o 2 parole ben mirate comunque sia chiaro che il robot.txt impedirà anche alle poche parole chiave di far danni…. Con Google si sa una cosa che oggi gli piace domani ti penalizza perchè non gli piace più 🙂

  4. Ciao Paolo, come ben sai da qualche giorno ho dato vita ad un nuovo blog.

    A differenza del precedente, in cui avevo installato wordpress manualmente, per questo blog ho installato wordpress dal pannello messo a disposizione dal gestore del server.

    Così facendo si è venuta a creare la cartella “blog” all’interno della quala sono presenti tuttti i file di wordpress.

    Il mio quesito quindi, è: in questo caso il file robot devo inserirlo nella cartella “blog” o sempre nella root principale?

    Grazie mille!

  5. Ciao Pietro, innanzitutto complimenti per il tuo lavoro, come sempre sei impeccabile sia artisticamente che come Wibmaster.. Sinceramente non conosco Altervista comunque il file robot.txt va inserito nella root principale del sito quindi dentro la cartella Blog. Per intenderci dove ci sono i file index.php, htaccess e tutte le cartelle wp…… Buona domenica Pietro… continua così 😉

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.