Dati sull’uso di internet in forte crescita

0
823

Pubblicità

Crescono i dati riferiti all’uso del web in Italia: il 2016 si è chiuso con il segno ‘+’ legato alla rete con attinenza a settori sempre più disparati.

Il dato è importante in quanto dimostra che gli italiani hanno superato antiche remore mentali verso lo strumento della rete e lo utilizzano oggi a 360 gradi. Nessuna novità da accogliere con fanfare e squilli di tromba ovviamente, dato che quella di internet è ormai una rivoluzione in atto da un paio di decenni almeno.

Dati sull’uso di internet in forte crescita

Ciò che invece deve far riflettere, in termini di importanza, è il dato relativo alla quantità: oltre il 65% degli italiani infatti ha, nell’anno 2016 appena terminato, portato a termine almeno un acquisto sul web. Anche qui si è superata la diffidenza legata agli e-commerce e alla possibilità nata su internet di poter effettuare acquisti con un semplice click.

Il dato interessante è legato all’approccio psicologico degli italiani con la rete; internet veniva utilizzato anche prima, ma per scopi differenti. Non ci si fidava di usarlo per acquisti immettendo dati legati a carte di credito. Nell’ultimo anno questa tendenza si è ribaltata come si può vedere se si vanno a studiare i settori di riferimento dell’online che più di altri sono cresciuti: non solo acquisti su e-commerce disparati. Ma anche servizi.




Crescono i dati legati ad assicurazioni online; acquisto di biglietti per concerti ed eventi sportivi in rete; servizi di ufficio stampa sul web; acquisto di viaggi e servizi turistici; home banking e conti online.

Ecco allora che la rivoluzione digitale cui stiamo assistendo ormai da anni ha consentito una maggiore vendita di prodotti e servizi ad aziende impegnate online; non soltanto beni materiali come abbigliamento, elettrodomestici, prodotti di tecnologia ecc… ma anche servizi. È questa la novità di rilievo emersa nel 2016.

Il mondo si sposta sempre più in rete dove proliferano progetti volti ad accompagnare l’utente nei momenti principali della giornata; basti pensare ai tanti servizi di consegna cibo a domicilio (justeat su tutti); o alla possibilità offerta ormai da quasi tutte le banche di poter usufruire di un conto corrente direttamente da casa, dal pc, potendo fare tutte le operazioni comodamente con un click senza recarsi fisicamente allo sportello.

In sostanza una rivoluzione ormai pienamente in atto e che difficilmente potrà essere arrestata; tutto ciò che si può fare per appianare il “digital divide” è cercare di farsi trovare preparato imparando ad utilizzare gli strumenti implicati in questo processo di informatizzazione della società.

Pubblicità

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here