Cosa vedere a Parigi in 6 giorni: diario di viaggio di una coppia di turisti

0
1043

La domanda che assilla tutti i turisti è sempre la solita: cosa devo assolutamente vedere in questa città? Tra consigli degli amici e ricerche su internet, cerchi di tirare giù un programma completo per non perderti nemmeno un minuto nella fantastica Parigi. Ovviamente la prima cosa da tener conto è quanto tempo resterai e con quale mezzo la raggiungerai. Qui ti descriverò la nostra esperienza personale sperando di poterti dare degli ottimi suggerimenti.

Cosa vedere a Parigi in 6 giorni: Torre Eiffel

Noi abbiamo fatto questo viaggio in coppia in Agosto 2015: no, non è troppo caldo a Parigi, nella mente di molti Italiani Parigi è dietro l’angolo, ma in realtà è molto in alto rispetto a noi; quindi parti tranquillo e anche con una maglietta in più, il tempo a Parigi è variabile come l’umore di un’adolescente, quindi in un momento c’è il sole, dopo un’ora potrebbe piovere!

La cosa fondamentale per poter stilare un itinerario e fissare l’albergo è capire con quale mezzo di trasporto vuoi raggiungerla: l’aeroporto internazionale dista un’ora e mezza dal centro città, è servita da varie navette che servono la tratta da e per l’aeroporto. Personalmente abbiamo optato per il treno perché l’aereo arrivava la sera e non avremmo goduto di tutte e 6 giorni in pieno; abbiamo prenotato la cuccetta e la mattina alle dieci abbiamo raggiunto la stazione internazionale Gare de Lion.

La stazione è nel quartiere Bercy, abbiamo prenotato un albergo qui vicino e vicino all’imbocco della metro 1 e 8 che porta a Parigi.

Giorno 1: ARRIVO A PARIGI E VISITA DI NOTRE DAME, JARDIN DU LUXEMBURG, SORBONNE E QUARTIERE LATINO

Cosa vedere a Parigi in 6 giorni: Notre Dame

Dopo aver eseguito il check in in albergo in rue de Chaligny e dopo aver riposato un po’, abbiamo perlustrato la zona di Bercy: ricca di supermercati, boulangerie e ristoranti, ma soprattutto vicina alla fermata della metro Reully – Diderot da dove passa la metro principale di Parigi, la linea gialla M1.

Importantissimo: per poter usufruire al meglio dei mezzi di trasporto (e di qualche sconto nelle attrazioni) ti consigliamo assolutamente di fare l’abbonamento alla metro Paris Visite di 5 giorni per un costo di 35.70€ (per i primi 3 anelli; non utilizzarla subito se stai come noi per 6 giorni, ma ti consigliamo per il primo giorno di acquistare un biglietto andata e ritorno se seguite il nostro itinerario).
Per andare a Parigi centro (Ile de France) devi prendere la M1 direzione La defénce. Noi abbiamo optato per fare un giro a Notre Dame e zona quartiere latino, quindi abbiamo preso la M1, fermata Chatelet (ricorda bene questa fermata perché è uno degli snodi principali) e abbiamo preso la M4 fermandoci a St. Michel.
Usciti dalla metro ci troviamo di fronte al ponte San Michel eretto da Napoleone III che offre una bellissima vista sulla Senna e su Notre Dame; costeggiando il fiume si arriva alla cattedrale di Notre Dame, oltre alle foto di rito ti consiglio di metterti in fila e visitarla dentro; all’inizio noi ci siamo fatti scoraggiare dalla fila e ci siamo tornati nei giorni successivi, ma ci siamo accorti che è molto scorrevole, quindi con 10 minuti di pazienza potrai entrare gratuitamente dentro la Cattedrale.

Ripercorrendo i tuoi passi torna verso la fermata della metro ma continua direzione fontana di St. Michel, che ti introduce nel quartiere latino. Continuando sulla strada principale trovi la bellissima università della Sorbona e ancora più avanti i magnifici giardini del Lussemburgo, con il Palais du Luxemburg, oggi sede del Senato.

Tornando verso la fermata della metro St. Michel, ti imbatti nel quartiere latino, ottimo per poter passare la serata e cenare in maniera “economica” ma comunque con grande varietà. Noi abbiamo scelto un locale che faceva le fondute, giusto per ritemprarci dalla sfacchinata appena compiuta.

Giorno 2: JARDIN DES TUILERIES – PLACE DE LA CONCORDE – AV. CHAMPS ELYSÈES – ARC DE TRIOMPHE – JARDINS DU TROCADÈRO – TOUR EIFFEL – BATEAUX – MOUCHES

Cosa vedere a Parigi in 6 giorni: Arco di Trionfo

Con delle scarpe comode potrai affrontare questa giornata senza problemi; prendi la M1 e scendi a Tuleries, ti troverai proprio di fronte ai Jardin des Tuileries, fantastico parco di fronte al musée du Louvre (alla quale dedicherai un’intera giornata nei giorni successivi). Proseguendo dentro questo fantastico parco ti troverai nella grande piazza Place de la Concorde, con il bellissimo obelisco egiziano di Luxor al suo centro.

Attraversando la strada ti troverai all’inizio della famosa avenue des Champs- Elysées che attraversa da prima un meraviglioso parco per poi mostrarti i più bei negozi di Parigi. Qui devo metterti in guardia dai vari personaggi che ti seguono o cercano di sfilarti il portafoglio mentre un “collega” attira la tua attenzione chiedendo una firma per qualche fantomatica associazione, quindi Attenzione, ce ne sono veramente tanti!
Sugli Champs- Elysées potrai vedere l’unione tra antico e nuovo, in una commistione assai perfetta; su questa famosa via potrai vedere anche Petit Palais e Grand Palais , nonché famosi negozi situati dentro a edifici storici. Proseguendo ancora ti troverai di fronte L’ Arc de Triomphe, raggiungibile con un sottopasso dove potrai direttamente comprare il biglietto per salire all’ultimo piano dell’Arco. Anche una fifona come me ha deciso di combattere le vertigini per non perdersi il magnifico paesaggio alla quale si assiste da lassù, (io ho contato 330 scalini a chiocciola per arrivarci..), da lassù potrai vedere tutta Parigi nella sua magnificenza e nella fantastica costruzione delle strade.




Dopo aver pranzato abbiamo deciso di dirigerci a piedi verso il Trocadèro, meraviglioso parco da dove potrai contemplare la Tour Eiffel in tutto il suo splendore, magari bagnandoti i piedi nella fontana del parco. Attraversando Pont d’ Ièna si arriva alla Tour Eiffel dove potrai decidere se ammirarla da sotto o metterti in coda per salire fino al secondo livello (la punta al momento in cui siamo andati noi era inaccessibile).

Se come noi decidi di non salire (ok sono andata sull’arco di Trionfo, ma la torre era troppo per me) potrai fare una passeggiata nel parco Champ de Mars dove troverai anche molte bancarelle e dove potrai riposare un po’. Se hai seguito alla lettera il nostro itinerario dovresti essere arrivato a Champ de Mars alle 18, quale ora migliore se non il tramonto per fare un giro in battello? Dirigiti verso la riva della Senna dove troverai il bateaux Parisiens, fai attenzione a scegliere questo se vuoi usufruire dello sconto riservato a chi ha l’abbonamento alla metro “paris Visit” perché vi sono anche delle compagnie private.

Il Battello parte ogni ora e ti fa fare il giro di tutta la Ile de France, dandoti l’occasione di vedere dei monumenti che magari non avresti avuto il tempo di visitare in questi 6 giorni (ad esempio la statua della libertà parigina). IL nostro consiglio è di sederti alla sinistra del battello perché avrai modo di vedere moltissime cose visto il giro in senso orario dell’isola, dopodichè rilassati e assapora il paesaggio con l’audioguida compresa nella visita, sarà un’ora incantevole).

A questo punto puoi decidere se tornare in albergo e cenare li vicino, o fare come noi e tornare nel quartiere latino!

GIORNO 3: CHATEAU DE VERSAILLES

Cosa vedere a Parigi in 6 giorni: Versailles

Questa giornata per noi è stata piena di intoppi, quindi cercherò di darti qualche avvertimento per non incappare nei soliti problemi.
Innanzitutto informati il giorno prima se la RER la linea ferroviaria che ti porterà a Versailles è completamente funzionante oppure no; questo perchè noi ci siamo trovati nel bel mezzo dei lavori ferroviari dove mezza linea era stata soppressa, con notevole ritardi sulla tabella di marcia. Se non ci fossero problemi, dovrai prendere la RER C dalla stazione più vicina a te, per noi era Gare D’ Austerlitz, dove passa anche la M10.

L’abbonamento che hai fatto non è valido per arrivare a Versailles, quindi dovrai fare il biglietto apposito, (ottimo farlo prima perché alle stazioni c’è sempre coda) attenzione alla direzione: devi prendere per Chateau De Versailles. Appena arrivato controlla la coda per entrare: se è molto lunga conviene che uno stia in fila e uno entri a fare i biglietti, in modo da non stare un’ora e mezza sotto il sole come noi! Non sono molto organizzati per le entrate e dovrai fare la coda per qualsiasi cosa, soprattutto se assieme a te ci sono vari gruppi di turisti.

Potrai scegliere se fare i biglietti per solo il palazzo o per palazzo e giardini; noi abbiamo optato per la prima soluzione anche perché è possibile fare il biglietto per i giardini direttamente alla loro entrata. Per entrare nella reggia dovrai passare per metal detector e ti consigliamo caldamente di lasciare zaini o borse con cose non necessarie per fare la visita più agevolmente, dato che il guardaroba è compreso nel prezzo. La reggia è immensa e vale la pena prendere l’audioguida per poter scoprire tutti i segreti della stessa; se hai ancora le forze fai un giro per i giardini.

Purtroppo, per noi, con tutti i ritardi per arrivare alla reggia, non avremmo avuto il tempo di visitarli accuratamente, quindi abbiamo rinunciato. (Il guardaroba chiude alle 18 e la reggia alle 19). Come sempre, una volta tornato in centro, potrai decidere dove cenare (inutile dire che noi abbiamo passato tutte le sere nei locali del quartiere latino, data la vastità di scelta e l’ambiente rilassato).

GIORNO 4: SACRO CUORE – MONTMARTRE – PIGALLE – MOULIN ROUGE E LE CHAT NOIR

Cosa vedere a Parigi in 6 giorni: il Sacro Cuore

Guardando la Mappa abbiamo deciso di prendere la M4 direzione Porte de Clignancourt e uscire alla fermata Chateau Rouge, ritrovandoci nel bel mezzo del mercato marocchino con una gran confusione che certo non ci si aspetta a Parigi; la fermata della metro ti porta nella parte ovest della basilica del Sacro Cuore; con il senno di poi ti suggeriamo di prendere sempre la M4 direzione Porte de Clignancourt, ma fermarti alla precedente Barbès – Rochechouart cosi ti troverai davanti il giardino della basilica; prima di salire ti suggeriamo di fare un giro per i localini li intorno e perché no, pranzare sotto la vista della Basilica.

Potrai scegliere di salire verso la basilica con gli scalini o con la mini funicolare alla quale potrai accedere con l’abbonamento Paris Visite; la visita dentro la basilica del Sacro Cuore è gratuita ma non ti è permesso di fare fotografie all’interno di essa.

Uscito dalla visita sali ancora verso il quartierino di Montmartre dove nella Place du Tertre troverai tutti gli artisti pronti a immortalarti in un bellissimo quadro. Li intorno troverai vari negozi di souvenir tra cui deliziosi manicaretti francesi da portare assolutamente in Italia; ovviamente i prezzi dei negozi di souvenir sono più o meno identici in tutta Parigi (a parte sotto i grandi monumenti), quindi non pensarci troppo se ti piace qualcosa.

Finita la visita a Montmartre ti suggeriamo di prendere l’autobus direzione Pigalle dalla fermata nella strada che precede Place du Tertre; in cinque minuti ti troverai nel quartiere a luci rosse della città. Su boulevard de Clichy ti imbatterai in vari negozi dedicati all’eros ma troverai anche il famoso locale “Le Chat Noir” celebre locale adibito a spettacoli di teatro d’ombre e cabaret di Montmartre, fondato nel 1881 da Rodolphe Salis. “Le Chat Noir” fu uno dei principali luoghi d’incontro della Parigi-bene ed il simbolo della Bohème alla fine del XIX secolo. Continuando per la strada troverete il più famoso locale del quartiere, il Moulin Rouge. Per tornare verso Parigi centro potrete comodamente prendere la metro Blu M2 li davanti e cambiare alla fermata Barbès – Rochechouart per tornare verso Parigi con la M4.

GIORNO 5: MUSÉE DU LOUVRE

Cosa vedere a Parigi in 6 giorni: Museo del Louvre

Svegliati presto per arrivare al Louvre prima dell’apertura delle porte per poterti mettere in coda e accedere celermente al museo. Con la M1 fermati direttamente a Palais Royale – Musée du Louvre in quanto la metro ferma proprio dentro i locali del museo. ti consigliamo di prendere l’audioguida perché il palazzo è enorme e c’è rischio di perdersi, non rimanere stupito quando ti daranno il Nintendo ds 3d come audioguida! Con esso ti sarà possibile capire dove ti trovi, ascoltare le spiegazioni e orientarti con la mappa interattiva, una guida turistica virtuale assolutamente necessaria. Noi abbiamo passato praticamente tutto il giorno nel museo, abbiamo fatto apertura e chiusura in quanto anche il Louvre alle 18 inizia a chiudere i battenti. Usciti dalla piramide ti imbatterai nell’entrata dei Jardin des Tuileries che avrai già visitato il secondo giorno. Un giretto rapido per poi decidere dove cenare.

GIORNO 6: MUSÉE DES INVALIDES

Cosa vedere a Parigi in 6 giorni: Museo degli Invalidi

Eccoci arrivati all’ultimo giorno! Noi abbiamo deciso di non tralasciare il Museo delle Armi di Parigi, quindi direzione Les Invalides, Il museo dell’Esercito tra i più grandi musei d’arte e di storia militare del mondo, conserva armi provenienti da tutto il globo.
Prendendo la M1 scendi a Champs Elysée – Clemenceau e prendi la metro M13 direzione Chatillon – Montruge e scendi a Sant Francois Xavier, ti troverai davanti il palazzo; se decidi di scendere alla fermata Invalides invece ti troverai dall’altro lato e dovrai attraversare tutti i giardini per visitare il museo delle Armi.

Il Museo è in ristrutturazione ma offre la possibilità di percorrere in linea storica dal Medioevo alla caduta del muro di Berlino, offrendo reperti che fanno mozzare il fiato. Accanto, nella basilica, troverai l’enorme tomba di Napoleone; un mausoleo di una bellezza sconcertante. Il costo del biglietto è di circa 9,50€, l’orario fino alle 18.
Purtroppo la nostra vacanza è giunta al termine, ma se sei più fortunato e hai ancora a disposizione dei giorni, ancora tempo ti suggerisco il museo d’Orsay che ospita una fantastica collezione d’arte, il cimitero di Père Lachaise dove vi sono sepolti, o vi sono stati sepolti, spesso trasferiti dalle tombe iniziali, molti personaggi famosi; infine un po’ di leggerezza con i magazzini Lafayette!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.