L’efficacia della Stimolazione Magnetica Transcranica ripetitiva contro le dipendenze e la depressione

0
86

Pubblicità

La nostra cultura postmoderna è caratterizzata dall’innovazione tecnologica che produce molti benefici, semplifica i nostri compiti e le nostre azioni, ma allo stesso tempo, frammenta e rende incerti, preparando il terreno a nuove forme di dipendenza non legate a sostanze specifiche. Secondo alcuni studiosi come Lavanco, le nuove condizioni di vita, dovute alla complessità dei sistemi sociali, hanno prodotto un sentimento di perdita dei legami e di disorientamento, con un bisogno crescente di sicurezza e di controllo degli eventi.

L’efficacia della Stimolazione Magnetica Transcranica ripetitiva contro le dipendenze e la depressione

Accanto alla depressione, Valleur e Matysiak sottolineano come le nuove dipendenze, quelle senza sostanze (gioco d’azzardo, internet, lavoro, telefono cellulare, shopping compulsivo, etc.), siano innegabilmente malattie emblematiche della postmodernità. Le nuove psicopatologie tra cui spiccano le dipendenze “senza sostanze” parrebbero interessare un numero sempre più ampio di persone, dirigendo il paradigma classificatorio tradizionale verso una nuova direzione, sempre meno connotata come tossicodipendenza, e sempre più consolidata come dipendenza.

Da una parte l’ “agire  eccessivo” del soggetto dipendente, dall’altra l’ ”impossibilità di agire” del depresso: in fondo, due facce della stessa medaglia, entrambe legate alla generale odierna riduzione di possibilità dell’uomo di essere protagonista della propria vita, che sfocia nell’illusoria impressione di controllare gli eventi e di sentirsi al centro delle relazioni.

Le terapie e le tecniche messe in campo per risolvere o attenuare queste patologie possono andare da quelle farmacologiche, sedute psicoanalitiche o psichiatriche, fino ad arrivare a tecniche e strumentazioni mediche. Una di queste, rTMS, ovvero “repetitive Transcranial Magnetic Stimulation” (Stimolazione Magnetica Transcranica ripetitiva), ha dimostrato di essere la più efficace e la meno invasiva nel combattere patologie legate alle dipendenze e alla depressione maggiore.

Che cos’è la rTMS?

La TMS è una tecnica di neuro modulazione non invasiva, che tuttavia ha un’influenza diretta sulla fisiologia del cervello. Il principio di base è l’applicazione di impulsi magnetici sul cuoio capelluto allo scopo di indurre correnti elettriche nei neuroni della corteccia celebrale. Un tipico dispositivo TMS è costituito da uno stimolatore che può generare una forte corrente elettrica e una bobina in cui la corrente elettrica genera impulsi magnetici. Se gli impulsi magnetici vengono erogati in prossimità di un mezzo conduttivo, ad esempio il cervello, viene indotta una corrente secondaria nel materiale conduttivo (i neuroni).

Il campo magnetico che viene generato nella rTMS penetra in modo sicuro e indolore e viene chiamato TMS ripetitivo o rTMS, perché la stimolazione magnetica viene appunto ripetuta ad intervalli regolari. In genere viene principalmente indicata nel trattamento delle dipendenze (per esempio gioco d’azzardo, alcool, tabacco, cocaina) e della depressione maggiore nel caso in cui la terapia farmacologia e la psicoterapia non abbiano funzionato.

L’efficacia della Stimolazione Magnetica Transcranica ripetitiva contro le dipendenze e la depressione

La terapia rTMS è una procedura con sessioni che possono durare fino ad un massimo di mezz’ora e al termine delle quali è possibile tornare alle normali attività quotidiane. Durante una seduta di rTMS la bobina elettromagnetica viene tenuta vicino alla testa del paziente, vicino all’area del cervello che regola l’umore. La bobina passa quindi gli impulsi magnetici ad una parte mirata del cervello, che a loro volta inducono una corrente elettrica in cellule nervose specifiche.  Sebbene questo procedimento sia indolore e presenti effetti collaterali molto limitati, transitori e reversibili, in alcuni casi si può avvertire una sensazione fastidiosa nelle zone di stimolazione. Si tratta di una terapia ambulatoriale nella quale non servono farmaci e in cui non esiste la necessità di andare in comunità.

Uno dei tanti aspetti della rTMS che la rendono efficace è il fatto di essere uno strumento molto flessibile, applicabile a molte patologie del sistema nervoso centrale. Attraverso la stimolazione della corteccia cerebrale si osservano dei cambiamenti comportamentali nelle patologie da dipendenza, come per esempio la riduzione del “bisogno” della sostanza o dell’atto. La maggioranza dei pazienti riferisce che già dalla prima settimana di trattamento si ha una notevole riduzione della necessità della sostanza, e in molti casi riprende e riesce a pianificare una vita normale.

La rTMS è efficace in questo senso, perché permette di ridare libertà ai pazienti schiavi delle dipendenze o da una depressione invalidante, salvare situazioni familiari difficili, ma soprattutto dà la possibilità di reinserire attivamente una persona nella società e in ambiti lavorativi/sociali normali.




Stimolazione magnetica transcranica: dove farla?

Il potenziale della rTMS nel trattamento delle dipendenze e nella depressione maggiore è stato suggerito per la prima volta appena dopo lo sviluppo del primo dispositivo TMS nel 1985. In uno studio sulla conducibilità della corteccia motoria, i ricercatori hanno potuto sperimentare cambiamenti di umore in diversi volontari che avevano ricevuto singoli impulsi.

A seguito di questa osservazione e grazie al progresso tecnico e scientifico, unitamente alla crescente disponibilità di dispositivi TMS, la terapia è stata sempre più adottata nel trattamento di disturbi legati alle dipendenze e alla depressione maggiore.

Sebbene sia lo strumento psichiatrico più studiato al mondo, in Italia non è molto conosciuto e solo pochissime strutture e centri lo utilizzano in ambito clinico e terapeutico. A Milano e a Cagliari il Centro rTMS Italia del dott. Giorgio Corona offre un trattamento per il disturbo depressivo maggiore, in cui i farmaci non hanno avuto successo, e per il trattamento di dipendenze da sostanze stupefacenti e gioco d’azzardo, utilizzando proprio la stimolazione magnetica transcranica ripetitiva.

Il centro eroga assistenza diretta da parte di personale specializzato e assicura assoluta privacy. Inoltre il direttore scientifico di rTMS Italia è riconosciuto internazionalmente e beneficia di collaborazioni con i migliori centri e professionisti in Italia.

Ad oggi il centro ha avuto ottimi risultati e nel mondo è l’unica terapia per queste patologie che dia risultati di remissione in due casi su tre, contro gli scarsi successi delle terapie farmacologiche e comunità.

Pubblicità

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here