La Terapia a Onde D’Urto e gli effetti sul dolore e la mobilità

0
80

Pubblicità

Le onde d’urto focali, introdotte in medicina agli inizi degli anni novanta per la cura dei calcoli renali (litotripsia urologica), da più di un decennio vengono impiegate anche per curare molte patologie dell’apparato muscolo scheletrico (tendini ed osso principalmente).

La terapia onde d’urto consiste in un dispositivo multidisciplinare utilizzato in ortopedia, fisioterapia, medicina sportiva, urologia e medicina veterinaria. Le sue attività principali sono il rapido sollievo dal dolore e il ripristino della mobilità. Il fatto di essere una terapia non chirurgica e quindi non intrusiva e senza bisogno di antidolorifici, la rende ideale per accelerare il recupero e curare varie problematiche che causano dolore acuto o cronico.

La Terapia a Onde D’Urto e gli effetti sul dolore e la mobilità

L’onda d’urto è un’onda acustica che veicola alta energia sui punti e le zone dove si avverte il dolore, sui tessuti mio-scheletrici in condizioni subacute, subcroniche e croniche. L’energia favorisce i processi di rigenerazione e riparazione delle ossa, dei tendini e di altri tessuti molli. Da un punto di vista fisico tali onde sono caratterizzate da grandi cambiamento di pressione, alta ampiezza e non periodicità. L’energia cinetica viene trasferita al trasmettitore fino all’estremità dell’applicatore fino al tessuto o parte del corpo su cui applicare la terapia.

Le onde acustiche con un picco di energia elevata utilizzate nella terapia interagiscono con il tessuto causando effetti medici benefici sulla riparazione dei tessuti, sulla crescita cellulare, l’analgesia e il ripristino della mobilità.




Effetti analgesici con eliminazione dei dolori

L’iperemia è una delle basi della terapia ad onde d’urto. Essa provvede alla fornitura di migliore energia ai muscoli ipertonici ed alle loro strutture legamentose. Inoltre provoca riduzione delle iterazioni patologiche tra actina e miosina. Questa porta alla riduzione della tensione muscolare che è spesso dolorosa per il paziente. Pertanto si può affermare che la terapia è efficace per la diminuzione della tensione muscolare e per l’inibizione degli spasmi.

La terapia a onde d’urto inoltre stimola una maggiore dispersione della sostanza P (un mediatore del dolore e del fattore di crescita). Tale sostanza è un neurotrasmettitore che media le informazioni sui dolori attraverso le fibre C. Questo neuropeptide è generalmente associato a dolore intenso, persistente e cronico e rilascia le informazioni sul dolore al sistema nervoso centrale. Abbassando la concentrazione della sostanza P riduce la stimolazione delle fibre afferenti nociceptive e riduce così il dolore. Diminuendo la sostanza P, le istamine e altri metaboliti nociceptivi aiutano anche a inibire lo sviluppo di edema infiammatorio. Le onde acustiche generate dalla terapia riducono la concentrazione di sostanza P e provocano un sollievo dal dolore.

Accelerazione della guarigione

La terapia aumenta la produzione di collagene, un presupposto necessario per la riparazione dei processi alle strutture danneggiate mio-scheletriche e legamentose. La tecnologia ad onde d’urto stimola la produzione di collagene nei tessuti più profondi, e inoltre migliora il metabolismo della microcircolazione.

Le onde d'urto focali, introdotte in medicina agli inizi degli anni novanta per la cura dei calcoli renali (litotripsia urologica), da più di un decennio vengono impiegate anche per curare molte patologie dell'apparato muscolo scheletrico (tendini ed osso principalmente).

La tecnologia ad onde d’urto accelera la rimozione di nocicettivi metaboliti, aumenta l’ossigenazione e fornisce al tessuto danneggiato una fonte di energia. Esso supporta la rimozione di istamina e altri agenti irritanti che sono per natura principalmente silicei.

Ripristino della mobilità

La terapia viene utilizzata anche per la dissoluzione dei fibroblasti calcificati per scioglierli e avviare la successiva decalcificazione biochimica di calcare primario o i sintomi di artrosi secondari.

Le onde d’urto sono efficaci contro il dolore alla schiena, al collo, alla spalla e a tutti gli arti. In alcuni casi si assiste alla formazione di noduli palpabili in fasce tese di fibre muscolari estremamente contratte. I sarcomeri disfunzionali si contraggono così strettamente che ostacolano la circolazione sanguigna in quel punto. Ciò provoca l’accumulo di prodotti di scarto che irritano le terminazioni nervose sensoriali causando quindi un intenso dolore. Questo circolo vizioso viene definito “crisi metabolica”. La Terapia a onde d’urto è efficace in quanto inverte la crisi metabolica nei miofilamenti e rilascia la contrazione delle fibre muscolari.

La Terapia

La terapia a onde d’urto è un trattamento non invasivo e in genere si esplica in 3 fasi:

  • Posizione dell’area da trattare: la zona da trattare viene individuata utilizzando palpazione in modo che la tecnica sia più precisa possibile.
  • Applicazione del gel: una quantità sufficiente di gel viene applicata sull’area da trattare. L’uso del gel è necessario per trasferire le onde acustiche in modo efficiente e senza ostacoli.
  • Applicazione delle onde d’urto: l’applicatore viene messo a contatto con l’area da trattare e viene premuto il pulsante di avvio.

Il trattamento con onde d’urto focali è pertanto una metodica non invasiva, ambulatoriale, sicura e di comprovata efficacia. La terapia è pressoché priva di effetti collaterali di rilievo clinico e ben tollerata, oltre che ripetibile. I vantaggi che ne derivano per il paziente sono ormai internazionalmente riconosciuti e comprovati da circa 15 anni di esperienza nella pratica clinica quotidiana.

In Italia esistono moltissimi centri, ambulatori e cliniche dove è possibile effettuare questa terapia, una delle più rinomate è il Centro Dott. Corona a Cagliari, riferimento regionale e nazionale di alta specializzazione per il trattamento con onde d’urto focali che dispone di macchinari e di terapie d’avanguardia, esperienza pluridecennale e tempi di attesa ridotti al costo di un ticket ASL, ma senza nessuna lista d’attesa.

Pubblicità

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here