Come scegliere gli occhiali

0
813

Pubblicità

Come scegliere gli occhiali – Guida alla scelta degli occhiali giusti per noi

Come scegliere gli occhiali giusti in base al proprio occhio e in base al proprio viso? Non è una scelta così facile come si può pensare. Bisogna infatti considerare una serie di fattori: le caratteristiche del proprio occhio, del proprio viso, altri fattori come il colore della propria pelle e dei capelli, e infine affidarsi a un buon negozio di ottica come per esempio Foto Ottica Baldinotti che vende occhiali da vista a Empoli. Vedremo passo dopo passo come scegliere gli occhiali in modo sensato, sfruttando al massimo la sicurezza per il tuo occhio e la bellezza del tuo viso.

Prima di capire come scegliere gli occhiali giusti per noi è necessaria una spiegazione anatomica di come è costituito l’occhio

Anatomia oculare

L’occhio è un organo di senso che ci permette di vedere facendo passare la luce attraverso una serie di lenti naturali quali la cornea, l’umor acqueo, il cristallino, il corpo vitreo fino ad arrivare alla retina.

La retina eccitata dalla luce trasmette informazioni al cervello attraverso il nervo ottico. Il cervello interpetra , studia le informazioni ricevute e completa il processo visivo.

Cornea

La membrana più esterna dell’occhio si chiama sclera, che è robusta e di colore bianco e nella parte anteriore diventa quasi un continuo con la cornea.

La cornea è il primo diottro che incontra la luce per cui deve avere una forma regolare ed essere perfettamente trasparente. È priva di vasi sanguigni ma ricca di fibre nervose.

È bagnata dal film lacrimale ; la stabilità del film e la trasparenza della cornea sono essenziali per la visione. La cornea provvede a quasi i 2/3 del potere rifrattivo dell’occhio, principalmente perchè essendo con il film lacrimale a contatto con l’aria,gli indici di rifrazione hanno una maggiore variazione. La parte corneale che interessa la visione è detta zona ottica ed è centrale con un diametro di circa 3-4 mm.

La cornea è un tessuto elastico e se sottoposta a tensione si comporta come un visco elastico, per cui se sottoposta a compressione o schiacciamento, modifica la sua curvatura naturale per riprenderla dopo un certo tempo. Dietro la cornea c’è la camera anteriore che è riempita da un fluido chiamato umor acqueo.

Come scegliere gli occhiali

Iride

Si tratta di una membrana esile e pigmentata posta dietro la cornea e anteriore al cristallino. Presenta un foro centrale che viene chiamato pupilla. Ha due muscoli : sfintere che determina la miosi, dilatatore che determina la midriasi. Con questi due muscoli assume la funzione di diaframma ottico e come tale controlla l’illuminamento retinico e l’influenza delle aberrazioni del sistema ottico. La colorazione è estremamente variabile e la funzione di diaframma opaco è sempre mantenuta, solo in caso di albinismo l’efficacia è ridotta.

Cristallino

E’ uno dei mezzi ottici oculari e si trova sospeso subito dietro l’iride. Ha una forma biconvessa, con curvatura variabile e diametro di 10mm. Il cristallino si compone di una capsula esterna , un epitelio, una massa interna ed un nucleo. Il cristallino ha una vita cellulare piuttosto particolare da cui deriva che da giovane sia di consistenza morbida ; da vecchio sia più rigido, meno trasparente e nel soggetto senile una colorazione giallastra. La sua funzione principale è l’accomodazione.

Grazie all’azione di un anello di fibre muscolari che circondano il cristallino , questo può modificare la sua forma e quindi variare il potere rifrattivo. In sostanza quando guardiamo da vicino es. lettura, il cristallino diventa più convesso, aumenta il potere e noi leggiamo, invece se dopo guardiamo da lontano es paesaggio, il cristallino si appiattisce e diminuisce il suo potere.

Queste azioni vengono fatte continuamente durante tutto l’arco della giornata, quindi un cristallino vecchio non varia la sua forma o almeno lo fa con fatica, da qui le difficoltà a leggere da circa 40/45 anni in poi, infatti da quel momento si inizia a parlare di presbiopia. Questo è un processo fisiologico, che interessa tutti, sia coloro che vedono bene sia quelli che hanno ametropie quali miopia, ipermetropia , astigmatismo. Nei soggetti ametropi la presbiopia va diciamo sommata all’ametropia preesistente, da cui derivano comportamenti diversi nella visione prossimale come per esempio la lettura.

Retina

la retina è la parte dell’occhio deputata alla ricezione degli stimoli luminosi, alla loro trasformazione in segnali nervosi che poi vengono trasmessi alle strutture cerebrali attraverso il nervo ottico.

E’ una membrana sottile , delicata e vascolarizzata, formata da più strati di cellule. Ognuno di questi strati ha una precisa funzione che va dalla percezione dello stimolo luminoso alla sua trasformazione in un impulso trasmesso al cevello. I fotorecettori ( coloro che trasformano la luce in stimolo nervoso) sono di due tipi: coni e bastoncelli, chiamati così per la loro forma.

Il maggior numero di coni è presente nella zona della retina detta macula e sono essenziali per la visione dei dettagli e dei colori, mentre i bastoncelli sono più numerosi in periferia e importanti per allargare il campo visivo anche se sono deputati ad una visione più grossolana. La macula è una piccola porzione della retina e ne è la parte più importante, in quanto solo questa zona ci permette una visione nitida.

Scopri adesso come scegliere gli occhiali giusti in base al tipo di occhi




Occhiali da sole in base al tipo di occhi

Dopo aver fatto chiarezza sull’anatomia dell’occhio, vediamo alcuni consigli su come scegliere gli occhiali da sole giusti per noi.

Le lenti degli occhiali da sole sono colorate o oscurate allo scopo di prevenire i danni derivanti dalla luce esterna e alleviare i fastidi procurati a molti. Le lenti migliori, in generale, sono quelle grigie, perché diminuiscono la distorsione della luce. Le lenti verdi e marroni sottolineano i contrasti tra i colori e proteggono dalla distorsione dei colori, mentre quelle chiare sono usate per ripararsi dalla polvere, ma non proteggono bene contro la luce esterna. Il verde è indicato per gli ipermetropi, il marrone per i miopi.

Per chi pratica sport all’aria aperta sono consigliati gli occhiali da sole con lenti gialle che garantiscono un buon contrasto. Le lenti rosa, viola, azzurre, tanto alla moda, non hanno alcun effetto protettivo contro la luce esterna.

Come scegliere gli occhiali

Occhiali da vista in base al tipo di occhi

Per quanto riguarda invece come scegliere gli occhiali da vista giusti per noi, è bene tenere conto di molti più fattori rispetto agli occhiali da sole.

In generale è bene diffidare da occhiali da vista economici e che non riportano nessuna indicazione da parte del costruttore e sprovvisti delle certificazioni necessarie. Questa tipologia a basso costo si può trovare sia nelle bancaralle dei vari mercatini, sia su scaffali dei supermercati. Sebbene il loro basso costo sia allettante, non è consigliabile l’acquisto, e il nostro consigli è quello di affidarsi a un buon negozio di ottica.

Questo perchè un ottico di fiducia ci saprà consigliare sulle varie tecnologie di lenti in base al nostro problema visivo (miopia, astigmatismo, ipermetropia etc…) e in base al nostro utilizzo giornaliero.

Quando ci si pone la domanda “come scegliere gli occhiali” e scegliamo di comprarli, infatti, è opportuno domandarsi prima che tipo di utilizzo ne dovrò fare. Questo criterio può differire molto da persona a persona: a quale uso sono destinati i miei occhiali o per cosa li uso prevalentemente? Se lavori al PC tutto il giorno avrai bisogno di occhiali differenti rispetto a chi lavora all’aperto o a chi pratica attività sportive: è importante chiedere spiegazioni all’ottico su tutte le “caratteristiche” che soddisfano le proprie esigenze.

Inoltre è importante ricordare che non tutte le lenti sono adatte a tutti i tipi di montatura, per questo spesso è meglio scegliere per prima cosa le lenti. Se si desidera una visione migliore e rilassata, allora le lenti rappresentano la componente più importante per la scelta dei nostri nuovi occhiali.

In passato per la realizzazione delle lenti veniva utilizzato prevalentemente il vetro minerale. Ora, invece, le lenti in plastica sono sempre più diffuse. Questo sviluppo offre alcuni vantaggi importanti: la maggiore resistenza agli urti di questo tipo di lenti garantisce un minor rischio di lesioni. Speciali materiali plastici di alta qualità e un buon rivestimento proteggono da dolorosi graffi e segni causati dalla pressione.

Ci sono altri aspetti che hanno un ruolo importante per rispondere alla domanda su come scegliere gli occhiali giusti per noi: a parte l’ormai risaputo aspetto della diottria, altri fattori importanti includono l’indice di rifrazione del materiale (determinante per lo spessore delle lenti), le cosiddette “geometrie asferiche??? (che riducono la distorsione ai margini delle lenti), il trattamento antiriflesso, le proprietà di vulcanizzazione e la resistenza agli urti.

Trattamenti o finiture addizionali delle lenti possono aiutare a rendere ancora più facile la vita con gli occhiali. Esiste anche la possibilità di conferire alle nostre lenti anche dei trattamenti idrorepellenti, così da impedire quasi del tutto la formazioni di condensa, e antistatici, per evitare di dover pulire gli occhiali troppo frequentemente.

Infine è preferibile conferire alla lente anche un efficace protezione con trattamento antiriflesso, per impedire i fastidiosi riflessi causati dalle lenti durante l’esposizione ai raggi solari, la guida notturna o lavorando al computer,. Questi riflessi distraggono l’attenzion e permettono di ottenere un’esperienza con l’occhiale quasi imoercettibile, quasi senza rendersi conto di indossare gli occhiali.

Come scegliere gli occhiali in base al proprio viso

Vedremo adesso come scegliere gli occhiali, siano essi da vista o da sole, che si adattano bene alla tipologia del nostro viso, in modo da evitare scelte azzardate e che valorizzino le caratteristiche della nostra faccia.

Visi ovali

Chi ha il viso ovale si trova senza dubbio nella condizione ottimale, il viso perfetto per gli occhiali, e sarà facile per qualsiasi ottico suggerire un’ampia serie di possibilità. Virtualmente tutte le montature si adattano al viso. Tuttavia, è meglio fare attenzione alle montature con proporzioni troppo generose ai lati o agli occhiali rotondi e molto piccoli. La scelta migliore sarà di orientarsi su un design rettangolare.

Come scegliere gli occhiali

Visi rotondi

Raccomandiamo di scegliere montature raffinate e più rigorose che sottolineano gli angoli, cioè un design quadrato o leggermente rettangolare. Queste conferiranno maggiore incisività al profilo di un viso rotondo. Si può osare con i colori. Anche gli occhiali con montature più ampie stanno bene. Meglio evitare le montature morbide, sottili e arrotondate.

Visi triangolari o a forma di cuore con fronte alta e mento a punta

La scelta migliore è decisamente una montatura ovale o arrotondata, o un design più morbido e piatto in tonalità tenui. Questi occhiali, dividendo il viso nel senso della lunghezza, miglioreranno sicuramente il look. Meglio non scegliere montature troppo piccole o troppo colorate.

Visi longitudinali o rettangolari

Per chi ha un viso sottile, con mascelle basse, mento e mandibole sono i tratti caratteristici del viso. Un paio di occhiali migliorerà senza dubbio l’aspetto, dividendo il viso in due, il che ne riduce la lunghezza portandola alle proporzioni ideali. Le possibilità migliori sono occhiali con un ponte ampio e stanghette basse. Le montature ovali stanno bene, a patto che non si scelga uno stile troppo piccolo . Anche gli occhiali a giorno con contorni sottili potrebbero essere perfetti per questo tipo viso.

Visi quadrati

In questo caso, l’obiettivo della montatura dovrebbe essere di allungare il viso grazie alla propria forma. Mascella, mandibola e fronte sono le caratteristiche salienti di questo volto. Provate montature leggermente arrotondate, ma non troppo piccole e con un design piatto. Anche gli occhiali a giorno potrebbero adattarsi perfettamente al viso. Meglio evitare gli occhiali piccoli e quelli che sottolineano gli ango

Come scegliere gli occhiali: il colore della montatura

Come scegliere gli occhiali in base al colore della nostra pelle, dei capelli e degli occhi? Non è una domanda banale. Esistono tantissimi colori in natura. Il colore dei capelli, la tonalità della pelle e il colore degli occhi della persona, e i colori delle quattro stagioni aiutano ad identificare le principali tipologie. Questa classificazione può essere utile anche per scegliere il colore o le tonalità della montatura.

Capelli scuri e pelle chiara

Questa tipologia ha pelle molto chiara con una base di un lieve blu scintillante. A volte la carnagione della pelle può sembrare olivastra. Senza trucco, questo tipo di pelle può essere abbastanza pallido. La maggior parte delle persone con questa carnagione ha capelli scuri o neri. Il colore degli occhi è nocciola, blu o verde. Questa tipologia sta bene con colori nitidi, forti e freddi come il nero, il bianco, il grigio e il blu. Dovrebbero evitare toni come oro, marrone, arancio e i toni pastello. Per le montature, delle scelte eccellenti sarebbero i modelli in argento o blu-nero.

Pelle rosea e capelli biondi/castani

La pelle ha una tonalità pesca e a volte la persona di questo tipo ha delle lentiggini dorate. I capelli variano spesso dal biondo al rossiccio, uniti a occhi blu, grigio-azzurri, verdi, marrone-grigio o verde dorato. Questo tipo sta benissimo in colori primaverili come bianco naturale, beige crema, lilla, rosa salmone, blu fiordaliso, rosa pallido, bruno caldo, oro, rame e bronzo. I colori preferiti per le montature sono oro, beige, rosso aragosta o marrone chiaro.

Come scegliere gli occhiali

Pelle chiara e capelli biondi

Di regola, le persone appartenenti a questo tipo hanno capelli biondo cenere e occhi azzurri, marroni o grigi. La loro pelle ha un incarnato chiaro e roseo, quasi pastello. I colori preferiti sono freddi, intensi, ma non troppo vistosi o scuri, come blu-grigio, rosa, rosso, grigio argento e bianco pergamenaceo. Si dovrebbe evitare colori come il nero, l’oro, l’arancione e il bianco. Quando si seglie una montatura, meglio il rosa, l’azzurro o la lavanda.

Pelle con tonalità scure o olivastra e capelli scuri

Le persone che appartengono a questo tipo solitamente hanno una pelle dai riflessi dorati; tuttavia, alcune hanno la pelle avorio o pesca e una tendenza a sviluppare lentiggini. Parecchie persone di tipo autunnale hanno i capelli scuri con riflessi biondi e occhi marrone scuro, verde/marrone o verdi. Dovrebbero scegliere tutte le tonalità della terra, compresi i marroni, gli arancio e i verdi, oltre a rosso scuro, avorio o vaniglia. Anche oro, bronzo e rame sono scelte perfette. L’oro e tutti i colori naturali si adattano perfettamente alle montature per questo tipo.

Altri suggerimenti utili su come scegliere gli occhiali giusti per te

Ecco gli ultimi suggerimenti su come scegliere gli occhiali giusti per noi.

Non bisogna avere fretta. Provate e riprovate gli occhiali e chiedete al/alla vostro/a partener, agli amici o alle persone più vicine quale tipo di occhiale ci sta meglio addosso. Ma la cosa più importante è assicurarsi che gli occhiali siano comodi, che siano costruiti bene e con lenti di qualità certificata, e che una volta indosso, ci piaccia il proprio aspetto.

Infine trovatevi un buon negozio di ottica. Un ottico di fiducia potrà instruirvi e consigliarvi sul vostro nuovo occhiale e potrà darvi informazioni a cui non avete pensato. Un negozio di ottica a Empoli, Foto Ottica Baldinotti, vi supporterà nella scelta del vostro occhiale, sia da vista che da sole!

Pubblicità

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here