Studiare inglese: quali sono le certificazioni più importanti

0
740

Studiare una lingua, e nello spefico l’inglese, risulta molto importante per avvantaggiarsi sul mercato del lavoro, ma non solo. Possiamo elencare tanti benefici che si riflettono nella vita quotidiana di chi decide di seguire un corso di inglese e che passano necessariamente da un percorso formativo di un certo tipo.

Importante è anche ottenere una certificazione che vada a dimostrare effettivamente l’apprendimento di determinate abilità nella lingua: un diploma o quant’altro, da tenere come testimonianza delle competenze linguistiche raggiunte.

Parlando di inglese, sono molte le certificazioni che si possono ottenere: una marea di sigle più volte sentite e dentro alle quali si rischia di perdersi. Questo perché sono molti i certificati riconosciuti con riferimento alla lingua inglese, le differenze dipendono dal paese anglofono che li rilascia, che sia Usa, Gran Bretagna, Irlanda o Canada. Ecco perché può generarsi confusione tra i tanti corsi disponibili.

Le diverse sigle dei corsi

In linea generale gli esami e le certificazioni che ne conseguono vengono suddivisi in vari livelli di competenze su una scala che comprende tutte le sfumature, dal livello base a quello avanzato. Qualche nome per parlare di cose concrete: le sigle più note sono KET, PET, FCE, CAE CPE e vanno a indicare livelli differenti come ad esempio Key English Test; Preliminary English Test; First Certificate in English ecc…




Ogni sigla corrisponde sostanzialmente ad un livello differente. Quelle intermedie sono le più richieste sul mercato, non a caso le necessità più avvertite da chi studia inglese sono legate a seguire un percorso per la preparazione al Pet, il livello preliminary e quindi di inglese generale.
Esistono poi vari percorsi specifici riferiti all’ inglese professionale, per citarne alcuni: Business English Certificate, International Legal English Certificate, International Certificate of Financial English.

L’importanza dell’inglese

A ciascuno il suo, in sostanza; non esiste un percorso di studi migliore o una certificazione più adatta per accedere al mercato del lavoro. Dipende sempre da obiettivi e peculiarità del singolo soggetto, partendo comunque da un’esigenza comune: la necessità di conseguire una certificazione della lingua inglese per imparare la lingua in modo corretto.

Un bisogno che è sempre più fondamentale per il lavoro, per comunicare in un’epoca di proliferazione assoluta del multimediale, per viaggiare, per esprimersi e farsi comprendere in vari contesti che si possono presentare anche quotidianamente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.