L’anno dei record dei musei italiani: chi sale e chi scende

0
598

Il 2017 è stato l’anno dei record in materia di musei italiani. Si parla di oltre 50 milioni di visitatori per un giro di incassi complessivo pari a quasi 200 milioni di euro. Al primo posto tra i luoghi di cultura in Italia con ingresso gratuito resiste il Pantheon, con oltre 8 milioni di visite durante lo scorso anno.

L’anno dei record dei musei italiani: chi sale e chi scende

In generale è il Colosseo il luogo più visitato nel 2017 con oltre 7 milioni di visitatori; segue Pompei con 3,4 milioni di visitatori; gli Uffizi a Firenze con 2,2 milioni; la Galleria dell’Accademia sempre a Firenze con 1,6 milioni di visitatori; e infine Castel Sant’Angelo, a Roma, con 1,1 milioni di visitatori nel 2017.

Focalizzandosi sui singoli territori, le Regioni con il più elevato numero di visitatori sono il Lazio, con 23 milioni circa; la Campania con oltre 8,5 milioni; ed infine la Toscana, con poco più di 7 milioni di visitatori.




Il Lazio la fa quindi da padrona grazie ovviamente alla presenza di Roma; è la Capitale la località che più delle altre riesce ad attirare turisti e visitatori di tutto il mondo. Ma non di solo Roma si vive, potremmo dire citando un noto adagio: perché sempre restando nel Lazio ci sono altre realtà che sono emerse nel 2017 scalando la classifica.

Tra i tanti luoghi della cultura italiana che sono stati visitati da un numero cospicuo di turisti è entrata, nel 2017, Villa Adriana di Tivoli. Si parla di un reperto della Roma imperiale, la villa appartenuta all’ Imperatore Adriano fatta edificare per dar vita ad un’opera magnificente che ai tempi, nel II secolo d.C., fu apprezzata in tutto il mondo.

Ebbene, nel 2017 Villa Adriana a Tivoli è entrata di diritto nella top 30 dei luoghi più visitati in Italia, una conferma per la cittadina alle porte di Roma, sulla via Tiburtina, che è al quattordicesimo posto tra i siti più visitati in Itali. E c’è anche un’altra opera importante considerata patrimonio dell’umanità dall’Unesco: Villa d’Este a Tivoli.

Tornando alla notizia di partenza, altri musei italiani che sono presenti nella top 30 sono Palazzo Pitti a Firenze, la Reggia di Caserta, Paestum, il Castello di Miramare di Trieste, i Musei reali di Torino. In linea generale ciò che è importante evidenziare è che i musei italiani stanno  attraversando un periodo florido, ritrovando una certa vitalità da qualche anno. Una buona notizia per tutto il paese.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.