Che cos’è e come funziona la Risonanza Magnetica?

0
1297

La risonanza magnetica (RM), nota anche come Risonanza Magnetica Nucleare, è una metodica radiologica che si basa sulla fisica dei campi magnetici e permette di visualizzare, tramite delle immagini, l’interno del corpo.

La tecnica usa un magnete molto potente per allineare i nuclei degli atomi all’interno del corpo e un campo magnetico variabile che permette agli atomi di risonare, un fenomeno chiamato appunto risonanza magnetica nucleare. I nuclei degli atomi producono a loro volta dei campi magnetici che uno scanner rileva e usa per creare un’immagine.

una metodica radiologica che si basa sulla fisica dei campi magnetici

La Risonanza Magnetica viene utilizzata per diagnosticare una serie di disturbi e patologie importanti, come ictus, tumori, aneurismi, lesioni del midollo spinale, sclerosi multipla, problemi oculari, etcc… È anche ampiamente utilizzato nella ricerca per misurare la struttura e la funzione del cervello.

La caratteristica più apprezzabile della risonanza magnetica rispetto alle altre tecniche e metodiche di indagine del corpo umano per immagini (come per esempio la TAC), è che il rischio di radiazioni ionizzanti viene annullato, in quanto utilizza delle onde elettromagnetiche non dannose per la salute umana. Le informazioni fornite dalle immagini di risonanza magnetica sono essenzialmente di natura diversa rispetto a quelle degli altri metodi di indagine radiologica, infatti sono visibili esclusivamente i tessuti molli ed è inoltre possibile la discriminazione tra tipi di tessuti non apprezzabile con altre tecniche.

Come funziona

Il corpo umano è composto per la maggioranza da acqua. Le molecole d’acqua (H20) contengono nuclei di idrogeno (protoni), che si allineano in un campo magnetico. Uno scanner RM applica un campo magnetico molto forte (anche 10.000-15.000 volte superiore al campo magnetico terrestre), in questo modo acquistano energia e si orientano secondo l’andamento del campo magnetico medesimo.

Lo scanner produce anche una frequenza radio che crea un campo magnetico variabile. I protoni assorbono l’energia dal campo variabile. Quando il campo viene spento, i protoni ritornano gradualmente alla loro normale rotazione, un processo chiamato precessione. Il processo di ritorno produce un segnale radio che può essere misurato dai ricevitori dello scanner e realizzato in un’immagine e i protoni nei diversi tessuti del corpo ritornano alla loro normale rotazione con differenti velocità, in modo che lo scanner possa distinguerli.




Fattori di rischio ed effetti collaterali

A differenza di altre forme di imaging come i raggi X o la Tomografia Assiale Computerizzata, la Risonanza Magnetica non utilizza radiazioni ionizzanti, ma solo quelle nell’ambito della radiofrequenza che si trova intorno a noi e non danneggia i tessuti, il che la rende particolarmente adatta anche per la ripetizione di esami a breve distanza di tempo.

A causa del campo magnetico generato dall’apparecchiatura non possono sottoporsi all’esame persone a cui sono stati applicati apparecchi metallici interni, come pace-maker, protesi metalliche (denti, occhi, ossa ecc.) e clips vascolari. Grazie ai progressi della tecnologia ormai da diversi anni gran parte dei metalli utilizzati per uso medico è compatibile con la risonanza magnetica.

una metodica radiologica che si basa sulla fisica dei campi magnetici

L’impiego medico

Questa forma di Risonanza Magnetica misura come le molecole d’acqua si diffondono attraverso i tessuti del corpo. Alcune malattie, come un ictus o un tumore, possono limitare questa diffusione, quindi questo metodo viene usato spesso per diagnosticarli. Pertanto la RM viene utilizzata per lo studio delle malattie infiammatorie, infettive, tumorali, ma anche per problemi minori legati alla patologia traumatica o degenerativa, come ad esempio la lesione dei menischi nel ginocchio o della cuffia dei rotatori nella spalla.

La risonanza magnetica generalmente non richiede il digiuno o l’osservanza di diete particolari, per cui il paziente è completamente libero di alimentarsi secondo le proprie preferenze e insieme al medico o al personale addetto verrà compilato un questionario per accertarsi che non vi siano controindicazioni all’esame.

Durante l’esame il paziente viene fatto distendere sopra un lettino, che viene fatto scorrere fino a posizionarlo tra i due poli del magnete. Non è richiesta alcuna forma di collaborazione, se non quella di rilassarsi e di avvertire il personale tramite appositi strumenti in caso di malessere. Le apparecchiature sono infatti dotate di altoparlanti e di microfoni per comunicare con il medico o con il personale addetto.

Nei macchinari tradizionali la forma stessa dell’apparecchiatura potrebbe creare problemi a chi soffre di claustrofobia, tuttavia esistono anche sistemi più moderni, a struttura aperta, dove il problema non si pone.

Un esempio è quello in dotazione allo Studio Radiologico Dimaraggi, in via Tolmino 25 a Cagliari, che offre esami di Risonanza Magnetica, Radiografia e Ecografia con macchinari di ultima generazione, in tempi brevi e con costi accessibili a tutti. Il centro è convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale e si attiene a tutte le agevolazioni previste dalla legge, anche se è consigliato sfruttare il servizio in forma privata, in quanto dà la possibilità ai pazienti di eseguire esami di Risonanza Magnetica il giorno stesso o successivo alla prenotazione con refertazione nelle 24 ore successive all’esame.

Nello Studio Dimaraggi sono presenti due apparecchiature di risonanza magnetica nucleare aperte, una ad alto campo Magnetom Essenza della Siemens da un 1,5 Tesla e di una risonanza E-Scan XQ Esaote, dedicata allo studio delle articolazioni (per esempio la Risonanza Magnetica al ginocchio). Per poter accedere agli esami in forma privata è obbligatoria la presentazione della prescrizione del medico specialista, mentre nel caso di esecuzione tramite Servizio Sanitario Nazionale è necessaria anche la ricetta del medico di base.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.