Produzione di syngas dai rifiuti della plastica

0
1071

Un processo di gassificazione di recente sviluppo utilizza rifiuti plastici, residui di smaltatura contenenti carbonio e pezzi di gomma, nonché materiali sminuzzati nel settore automobilistico. Può anche elaborare flussi di plastica contenenti cloro con frazioni di PVC in modo ecologico ed efficiente. Produce un syngas (cioè una miscela di gas di sintetici) purificato senza emissioni inquinanti e a basso impatto ambientale.

Produzione di syngas dai rifiuti della plastica

Nel processo, il “limo” (una sostanza alcalina caustica bianca costituita da ossido di calcio, ottenuta mediante riscaldamento del calcare) serve come mezzo di trasporto e simultaneamente lega alogeni e altre sostanze nocive. Il gas generato nel forno a pozzo può sostituire preziose fonti di energia primaria come il gas naturale nei processi ad alta temperatura o essere utilizzato per generare elettricità in motori a gas efficienti.

Il processo utilizza residui diversi, inclusi rifiuti plastici problematici o materiali contaminati, senza dover procedere in anticipo a lavorazioni complesse. Le materie prime potenziali comprendono la selezione di residui dai contenitori di riciclaggio, frazioni pesanti e leggeri di materiali triturati, compositi di plastica o di rifiuti contaminati, biomasse varie, foglie di copertura, lignite, carbone di sale, olio di scorie, terreni contaminati, rifiuti bituminosi e in particolare fanghi di depurazione. Alcuni rifiuti, come i fanghi di depurazione o frazioni di rifiuti contenenti materie plastiche, contengono materiali pregiati come il fosforo e metalli rari. Questi possono essere arricchiti, separati e riciclati, legandoli a calce finissima.




Tutto ciò potrebbe rappresentare una rivoluzione per il settore della lavorazione delle materie plastiche, nonchè beneficiare indirettamente aziende che progettano e producono macchinari per lo stampaggio per compressione, il cui termine internazionale è “Stretch blow molding Machine“)

Roland Möller, responsabile del progetto di ricerca e direttore dell’azienda “Ecoloop”, ha affermato:

“Creamo gas dai rifiuti. La nostra tecnologia non deve limitare l’uso con materie prime di produzione basate su cloro per i processi di combustione come avviene di solito. Con Ecoloop vogliamo integrare in modo sensibile la tecnologia dei rifiuti e del riciclaggio. “L’utilizzo efficiente dell’energia dei rifiuti plastici nel nuovo impianto di gassificazione fornisce un’alternativa economica all’incenerimento negli inceneritori di rifiuti con la successiva necessità di pulizia dei gas di combustione”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.