Stop ai furti con i sistemi antitaccheggio

0
966

Il taccheggio è una problematica che riguarda tutte le tipologie di punto vendita; nello specifico, con la crisi economica che caratterizza l’attuale periodo storico, molti esercenti per compensare le perdite, si sono visti costretti non solo a diminuire il servizio di assistenza diretta verso i clienti, ma anche a trovare nuovi modi per esporre la merce di modo che risulti più accattivante, con lo scopo di puntare agli acquisti dettati dall’impulso.

Stop ai furti con i sistemi antitaccheggio

Inevitabilmente queste innovazioni hanno causato anche un aumento del fenomeno dei furti, in particolare nel settore della vendita al dettaglio, provocando comunque una riduzione dei profitti a discapito dei negozianti.

Solitamente si è potuto osservare che chi effettua le ruberie nei negozi, ha lo scopo principale di utilizzare poi gli oggetti frutto di refurtiva per loro stessi, agendo quindi in totale consapevolezza e quasi mai in modo impulsivo; inoltre nella maggior parte dei casi le tecniche sono di tipo amatoriale, come il fatto di occultare la merce negli indumenti o nella borsa nel caso delle donne.

Per far fronte ai furti nelle attività commerciali, una valida soluzione sono i sistemi anti-taccheggio di cui sono stati ideati diverse tipologie e affianco alla rinomata telecamera di sicurezza, appaiono anche: le etichette, chiodi e cavetti, le borse e le custodie.




Le etichette vengono attaccate sui prodotti grazie al lato adesivo, hanno al loro interno un circuito che interagisce con il segnale emanato dal sistema anti-taccheggio e che viene disattivato da un apparecchio specifico, quindi non necessita di alcuna rimozione. Nel caso in cui il circuito non è stato disattivato, manderà un input alle colonnine situate all’uscita, che emetteranno a loro volta un segnale sia acustico che visivo con le lucine situate in cima.

Stop ai furti con i sistemi antitaccheggio

I chiodi invece permettono di fissare la placca, un supporto rigido che interagisce con il sistema anti-taccheggio, sui prodotti nei quali possono essere effettuati dei fori, come il caso dei capi di abbigliamento. D’altro canto per i prodotti che non possono subire foratura, vengono utilizzati i cavetti che si presentano come un cappio con il quale creo un anello nella lunghezza del prodotto per bloccarlo con la placca che fissa la chiusura.

Per quanto riguarda le borse, sono dei contenitori dotati di una chiusura meccanica dove i clienti dei negozi possono inserirvi i propri sacchetti e borse private, che verranno aperti all’uscita dal punto vendita, dagli addetti alla sicurezza. Infine le custodie hanno dimensioni variabili in base alla grandezza del prodotto che contengono e non possono essere disattivati perché hanno una protezione integrata che interagisce con l’impianto anti-taccheggio.

Queste soluzioni anti-taccheggio unite a una buona dose di buon senso, possono essere dei validi alleati contro i furti che non avranno vita facile grazie alla continua ricerca ed evoluzioni tecnologica per trovare le migliori soluzioni all’avanguardia per evitare questi sconvenienti episodi che recano un grave danno agli esercenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.